Questo sito contribuisce alla audience di

Gazzétta piemontése

titolo di due giornali torinesi del sec. XIX. Il primo, nato nel 1793 come Gazzetta di Torino e notizie particolari e mutato più volte di testata fino ad assumere nel 1814 quella di Gazzetta piemontese (quotidiana dal 1834), fu il foglio ufficiale del Regno sabaudo e diventò nel 1861 la Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia, passando a Firenze e poi a Roma con il trasferimento da Torino della capitale. Il secondo, fondato il 9 febbraio 1867 da V. Bersezio, fu l'interprete dei ceti borghesi della regione in funzione liberale e decentratrice presso il governo centrale ormai trasferito a Roma. Nel 1895, sotto la direzione di L. Roux e di A. Frassati, assunse la nuova testata La Stampa. A questa seconda Gazzetta piemontese il Bersezio aveva affiancato, dal 1877, il settimanale La Gazzetta letteraria.

Media


Non sono presenti media correlati