Questo sito contribuisce alla audience di

Giordana, Marco Tùllio

regista cinematografico italiano (Milano 1950). Si è accostato al cinema prima collaborando con R. Faenza a Forza Italia (1977) poi debuttando nella regia del lungometraggio Maledetti vi amerò (1979), vincitore del Festival di Locarno. Nel 1981 ha scritto la sceneggiatura di Car Crash di A. Minghetti ed è tornato alla regia con La caduta degli angeli, in cui tratta il tema del terrorismo già affrontato nella sua opera di esordio. Realizzato un video musicale per il Festival di Salsomaggiore, Young Person’s Guide to the Orchestra (1982), e uno sceneggiato televisivo, Notti e nebbie (1984), tratto dal romanzo di C. Castellaneta, nel 1987 ha firmato per il grande schermo la regia di Appuntamento a Liverpool, film che ripercorre la tragedia dello stadio Heysel di Bruxelles. Nel 1995, utilizzando soprattutto immagini di repertorio, ha girato Pasolini, un delitto italiano e, nel 2000, ancora dopo molti anni di assenza dal set cinematografico, ha scritto e diretto I cento passi, premiato al Festival del cinema Venezia per la migliore sceneggiatura. Nel 2003 torna a lavorare per la televisione girando La meglio gioventù, per il quale, l'anno seguente, ha vinto il David di Donatello per la regia. Nel 2005 ha diretto Quando sei nato non puoi più nasconderti e nel 2008 Sangue pazzo, film che racconta la vita di L. Ferida e O. Valenti. Nel 2012 affronta una pagina di storia italiana con il film di Romanzo di una strage, raccontando l'attentato di piazza Fontana del 1969.

Media


Non sono presenti media correlati