Questo sito contribuisce alla audience di

Glàuco di Chio

toreuta e metallurgo greco (ca. 650-600 a. C.). È ricordato dalle fonti letterarie come autore della base di un cratere argenteo nel santuario di Delfi. Tale base, costituita da vari pezzi saldati fra loro a formare una sorta di piramide tronca e collegati da traverse sbalzate e cesellate, fece sì che gli venisse attribuita l'invenzione della saldatura del ferro.

Media


Non sono presenti media correlati