Questo sito contribuisce alla audience di

Gomes de Amorim, Francisco

poeta portoghese (Lisbona 1827-1891). Ebbe grande successo nel 1858 coi Cantos matutinos, in cui rievocava la sua vita avventurosa di emigrante in Brasile e dava al romanticismo una nota nuova, esotica e pittoresca, accompagnata da teneri accenti d'amore e da frequenti temi di ribellione sociale. Seguace di Almeida-Garrett, ne compilò le memorie in 3 volumi scritti tra il 1881 e il 1884. Coltivò il teatro con Ghigi (1851) e con drammi d'ambiente brasiliano (Ódio de raça, 1854; Alejões sociais, 1860).

Media


Non sono presenti media correlati