Questo sito contribuisce alla audience di

Gruden, Igo

poeta sloveno (Nabrežina 1893-Lubiana 1948). Nelle sue prime raccolte di versi (Narciso, 1920; Canti del litorale, 1920; La dodicesima ora, 1939) cantò la sua terra carsica, il duro lavoro e le sofferenze individuali e nazionali del contadino e dell'operaio triestino. Confinato nel 1942 in Italia, raccolse le poesie ispirate dalla sua esperienza sotto il titolo In esilio (1945).