Questo sito contribuisce alla audience di

Guardistallo

comune in provincia di Pisa (61 km), 278 m s.m., 23,78 km², 1026 ab. (guardistallini), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro posto su un colle del versante sinistro della val di Cecina, alla sinistra del torrente Sterza. Castello della contea dei Gherardeschi di Montescudaio, fu sotto l'alta giurisdizione pisana e nel 1406 passò a Firenze. § Il borgo, colpito da un disastroso terremoto nel 1846, conserva pochi resti del castello; la chiesa dei Santi Lorenzo e Agata e il teatro vennero costruiti dopo l'Unità d'Italia, quando per la sua vivacità il paese era chiamato “piccola Parigi”. Il 29 giugno 1944 fu sede di una rappresaglia delle truppe tedesche in ritirata, che trucidarono 63 persone, tra cui donne e bambini. § L'agricoltura e il turismo di tipo naturalistico sono le principali fonti di reddito. Rilevanti la produzione di vino e olio e lo sfruttamento dei boschi.