Questo sito contribuisce alla audience di

Guastèlla, Còsmo

filosofo e pensatore italiano (Misilmeri 1854-Palermo 1922). Docente all'Università di Palermo, condusse la sua indagine secondo i criteri di un fenomenismo radicale, a cui corrispose un altrettanto radicale empirismo gnoseologico, negatore d'idee innate o astratte; ogni conoscenza, secondo Guastella, è valida per fatti od oggetti particolari, perché la corrispondenza fra pensiero e cose si fonda esclusivamente sul principio della “sensazione attuale”. Opere maggiori: Saggio sulla teoria della conoscenza (1897); Filosofia della metafisica (1905).