Questo sito contribuisce alla audience di

Gundobado o Gundobaldo

(anche Gondebaldo), re burgundo (m. 516). In carica dal 480, aveva ereditato alla morte del padre Gundioco (463) la regione ginevrina. In lotta con i fratelli, li fece assassinare (Gundemaro nel 491 e Godigiselo nel 501 ca.) dopo di che allargò il proprio dominio dal corso superiore del Reno alla Loira e alle Alpi. Nel 500 si scontrò con il re dei Franchi Clodoveo dal quale fu sconfitto a Ouche e con il quale finì con l'allearsi per combattere i Visigoti. A lui si deve l'opera legislativa Lex gundebada (in fr. Loi Gombette), la prima sulle consuetudini burgunde. Ariano, ebbe tuttavia rapporti di reciproca tolleranza con la Chiesa cattolica.