Questo sito contribuisce alla audience di

Hartley, Hal

regista cinematografico statunitense (New York 1959). Tra i più interessanti cineasti nati all'interno del nuovo cinema indipendente di Hollywood, è fra i più influenzati dal cinema europeo, in particolare quello francese. Il suo cinema è caratterizzato della mancanza di retorica e dalla ricerca di una difficile “normalizzazione” degli eccessi narrativi del racconto cinematografico. Laureato in cinematografia, dopo alcuni cortometraggi, ha debuttato nel 1989 con L’incredibile verità, seguito dall'assai apprezzato Simple Men (1992). Sofisticato, anche per la presenza di una diva come I. Huppert, il successivo Amateur (1994). Con Flirt (1995) risaltano in maniera ancora più evidente i rischi di un eccessivo intellettualismo, sia pure all'interno di uno stile sobrio e arguto. Nel 1997 con La follia di Henry Hartley racconta la vicenda di uno spazzino che si appresta a diventare un grande scrittore; nel 2001 dirige No Such Thing, storia di un mostro, disgustato dall'umanità, che uccide chiunque incontri sul suo cammino, nel 2006 Fay Grim e nel 2011 Meanwhile.

Media


Non sono presenti media correlati