Questo sito contribuisce alla audience di

Henisch, Peter

scrittore austriaco (Vienna 1943). Esordisce con il racconto Die kleine Figur meines Vaters (1975; La piccola figura di mio padre) in cui narra l'esperienza del padre Walter Henisch, un austriaco ebreo alto appena 1,52 metri, che, grazie alla sua abilità, non solo riesce a sopravvivere ma finisce per venire citato nei rapporti della propaganda militare tedesca come il “miglior fotoreporter della Wehrmacht”. L'opera autobiografica, con la quale Henisch, esponente di una “nuova oggettività”, tenta di sottrarsi al retaggio familiare, inaugura un genere che avrà grande fortuna: la cosiddetta “letteratura sui padri” in cui predomina la riflessione sul passato nazionalsocialista in Austria. Der Mai ist vorbei (1978; Il maggio è finito), in cui traccia un bilancio non troppo lusinghiero dell'esperienza sessantottina, è invece una resa dei conti con la sua stessa generazione. In Bali oder Swoboda steigt aus (1981; Bali ovvero Swoboda esce di scena) affronta il tema del rifiuto delle convenzioni sociali che è uno dei suoi motivi conduttori. Pepi Prohaska Prophet (1986), una miscela di umorismo e satira, ironia e bonomia, conferma la sua fama di “genio della disubbidienza” in un periodo in cui si assiste al proliferare delle sette e dei cenacoli di meditazione. Nel racconto Steins Paranoia (1988; La paranoia di Stein), storia di un ebreo, unico superstite di una famiglia sterminata, che dal Canada rientra a Vienna, si ritrova un'amalgama di reale antisemitismo e di mania persecutoria. Del 1989 è la raccolta delle poesie scritte nell'arco di un ventennio intitolata Hamlet, Hiob, Heine. Di grande originalità è il romanzo Morrisons Versteck (1991; Il nascondiglio di Morrison), un omaggio dai toni ironici alla figura della rockstar Jim Morrison, in cui analizza le ripercussioni della “droga opinione pubblica” su un personaggio del mondo dello spettacolo. Tra le ultime opere si menzionano Vom Versuch, ein Indianer zu werden (1994; Tentativo di farsi indiano) e Kommt eh der Komet (1995; Viene comunque la cometa).

Collegamenti