Questo sito contribuisce alla audience di

Hieng, Andrej

prosatore e drammaturgo sloveno (Lubiana 1925-2000). Nelle sue novelle, popolate da uomini psichicamente deboli e tormentati dal senso di colpa (L'argine fatale, 1957; Pianura deserta, 1961), e nei romanzi, incentrati sui destini di personaggi eccezionali (Il bosco e la spelonca, 1966; Orfeum, 1972; Il mago, 1976; Il firmamento delle farfalle, 1980; I tesori della signora Barta, 1983), il motivo fondamentale è quello della solitudine e dell'alienazione. Nel teatro, H. si ispira invece a temi storici, come nella trilogia spagnola (Il ritorno di Cortes, La burla su un Greco, Il sordo alla frontiera, 1969) oppure al passato sloveno (in Il figliol prodigo, 1976; La falsa Giovanna, 1973; La sera degli sposi, 1979).

Media


Non sono presenti media correlati