Questo sito contribuisce alla audience di

Hirota, Kōki

uomo politico giapponese (Fukuoka 1878-prigione di Sugano, Tōkyō, 1948). Dapprima ministro degli Esteri, nel marzo 1936 succedette a Okada come primo ministro. Fino dall'inizio il nuovo gabinetto fu osteggiato dall'esercito che lo considerava troppo liberale: Hirota dovette pertanto scendere a patti con i militari e cedere ad alcune delle loro richieste quali l'aumento delle spese militari e un maggior controllo dei mezzi d'informazione. In politica estera favorì un atteggiamento aggressivo ed espansionistico, soprattutto nei confronti della Cina. L'avvenimento più importante del governo Hirota , che cadde nel febbraio 1937, fu la firma (1936) del Patto Anticomintern con la Germania. Nel 1948 Hirota fu condannato a morte come criminale di guerra da un tribunale alleato.

Media


Non sono presenti media correlati