Questo sito contribuisce alla audience di

Hood, Thomas

poeta inglese (Londra 1799-1845). I suoi primi versi risentono fortemente del clima romantico dell'epoca, mentre le composizioni umoristiche apparse dal 1830 al 1842 sul Comic Annual, che rivelano una sottile ironia e una fantasia originale pur nella descrizione degli avvenimenti quotidiani, ebbero un grande successo. La piena maturità poetica fu raggiunta con The Dream of Eugene Aram, the Murderer (1831; Il sogno di Eugen Aram, l'assassino) e con gli ultimi poemi: The Song of the Shirt (Il canto della camicia), The Bridge of Sighs (Il ponte dei sospiri), The Song of the Labourer (Il canto del lavoratore), che portano il sentimento romantico della sofferenza individuale sul piano più alto della pietà sociale. Il figlio Thomas (Wanstead, Essex, 1835-Peckham Rye, Surrey, 1874), dotato di uno spiccato talento per la caricatura e la parodia, fu redattore e illustratore del periodico umoristico Fun. Nel 1867 iniziò il Tom Hood's Annual, che continuò a essere pubblicato anche dopo la sua morte.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti