Questo sito contribuisce alla audience di

Kvaternik, Eugen

rivoluzionario e uomo politico croato (Zagabria 1825-dintorni di Rakovice 1871). Rifugiatosi in Russia dopo i moti del 1848, cercò appoggio alla causa nazionale croata, inserita nel quadro delle aspirazioni panslaviste, dapprima presso lo zar a Pietroburgo e poi, recatosi nel 1859 a Torino e a Parigi, presso Cavour e Napoleone III. Amnistiato da Vienna nel 1860, fece ritorno a Zagabria, continuando però a mantenere vivi contatti con i circoli cospiratori di Italia e Russia. Nel 1871 capeggiò un'insurrezione contro gli Austriaci, ma, caduto nelle loro mani, fu fucilato nei pressi di Rakovice.

Media


Non sono presenti media correlati