Questo sito contribuisce alla audience di

Landry, Adolphe

uomo politico ed economista francese (Ajaccio 1874-Parigi 1956). Professore di storia delle dottrine economiche dal 1907 a Parigi, fu deputato della Corsica, senatore, ministro della Marina (1920-21), dell'Istruzione (1924) e del Lavoro (1931-32). Usando gli strumenti dell'economia marginalistica, analizzò l'interrelazione tra popolazione e risorse economiche e auspicò un rigido controllo sulle posizioni monopolistiche, dimostrando che spesso gli individui, al fine di massimizzare il profitto, tendono a far aumentare i prezzi contraendo la produzione o distruggendo risorse. Tra le opere: L'intérêt du capital (1904), La révolution démographique (1934), Traité de démographie (1945).

Media


Non sono presenti media correlati