Questo sito contribuisce alla audience di

Leisegang, Hans

filosofo tedesco (Blankenburg 1890-Berlino 1951). Professore nelle università di Lipsia e Jena, fu perseguitato dal regime nazista e nel 1937 privato della cattedra. Questa gli fu restituita nel 1945, ma nel 1948 Leisegang passò a Berlino. Sono fondamentali i suoi studi sulla filosofia e la mistica del periodo ellenistico, specialmente nei loro rapporti con il pensiero cristiano. Frutto di questa esperienza storiografica è la sua dottrina delle “forme di pensiero” (Denkformen), o “domini oggettivi” in cui si strutturano le molteplici e diverse concezioni di pensiero di ogni periodo della cultura. Tra le opere si ricordano Hellenistische Philosophie (1923), Die Gnosis (1924), Denkformen (1928), Luther als deutscher Christ (1934; Lutero come cristiano tedesco), Dante und das christliche Weltbild (1941; Dante e la visione cristiana del mondo).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti