Questo sito contribuisce alla audience di

Leucòtoe

(greco Leukothóē; latino Leucothŏe), nella mitologia greca, la figlia di Orcamo, re di Persia: Apollo l'amò segretamente, preferendola all'oceanina Clizia; questa, per gelosia, denunciò l'amore clandestino al padre di Leucotoe, che la fece interrare viva. Invano Apollo tentò di salvarla, e quando il corpo della fanciulla giacque esanime, vi riversò sopra copioso nettare: dalle spoglie mortali di Leucotoe esalò a conforto della terra un profumato effluvio e dal terreno spuntò una pianta d'incenso.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti