Questo sito contribuisce alla audience di

London Contemporary Dance Theatre

compagnia britannica di danza contemporanea, nata nel 1963 come Contemporary Group per volere dell'uomo d'affari e mecenate Robin Howard, allo scopo di creare in Gran Bretagna una compagnia sul modello di quella di Martha Graham, della cui opera Howard era un appassionato sostenitore. Dopo aver avviato, nei primi anni Sessanta, intensi scambi con la scuola della Graham – ospitando a Londra insegnanti della scuola Graham e inviando a New York gli elementi migliori perché si perfezionassero in quella tecnica – Howard avviò un ambizioso programma intensivo di formazione e nel 1967 lanciò il primo gruppo britannico di modern dance affidandone la direzione a Robert Cohen, già partner e collaboratore della Graham. Quest'ultima accettò anche, per un certo periodo, la codirezione artistica della compagnia. Negli anni Settanta, però, i legami con la Graham, la sua scuola e la compagnia si allentarono fino a interrompersi del tutto in seguito alle rigide restrizioni imposte dalla Graham Foundation all'uso del nome Graham. Lo stile della compagnia divenne allora meno rigidamente orientato in senso grahamiano e per qualche tempo si avvicinò a quello di Merce Cunningham, in particolare attraverso l'attività didattica di Viola Farber. Alla fine degli anni Ottanta la compagnia e la scuola (la London Contemporary Dance School, uno dei maggiori centri di formazione professionale per la danza in tutta Europa) si erano ormai imbevute del più libero eclettismo intervenuto ad arricchire gli orizzonti del modernismo inglese. Dopo Cohen, che con diverse formule ha guidato la compagnia fino al 1989, la direzione è stata assunta da Dan Wagoner (1989-91) e, dal 1991, da Nancy Duncan.

Media


Non sono presenti media correlati