Questo sito contribuisce alla audience di

Loy, Nanni

regista cinematografico italiano (Cagliari 1925-Roma 1995). Esordì con Parola di ladro (1957), umoristico e fine giallo in costume, diretto assieme a G. Puccini, con il quale girò anche Il marito (1958). Dopo aver consolidato la sua vena umoristica con L'audace colpo dei soliti ignoti (1959), si affermò con due film sulla Resistenza, Un giorno da leoni (1961) e Le quattro giornate di Napoli (1962), affresco popolare e vigoroso. Si dedicò poi, anche come attore, a una spiritosa serie televisiva (Specchio segreto, 1964). Accentuò quindi la verve polemica in Detenuto in attesa di giudizio (1971) e specialmente in Sistemo l'America e torno (1973). Dopo Viaggio in seconda classe (1977), per la televisione, ha realizzato Café Express (1980), Mi manda Picone (1984), Amici miei atto III (1985), Scugnizzi (1989), Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993). Da ricordare, tra le sue ultime opere, il film per la televisione A che punto è la notte (1994) e la regia teatrale di Scacco pazzo.

Media


Non sono presenti media correlati