Questo sito contribuisce alla audience di

Lucìa

santa, martire (Siracusa sec. III-IV). Di famiglia nobile, distribuì la propria dote ai poveri. Accusata di essere cristiana presso il prefetto Pascasio, fu dapprima condannata alla prostituzione. Scampata a tale vergogna e uscita illesa dal rogo, fu uccisa con la spada. È invocata come protettrice della vista, in relazione alla leggenda secondo cui le sarebbero stati strappati gli occhi, forse nata dal suo stesso nome (Lucia, da luce). Festa il 13 dicembre; in varie zone d'Italia ricorre in questo giorno anziché a Natale l'usanza di far doni ai bambini.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti