Questo sito contribuisce alla audience di

Lukov, Leonid

regista cinematografico sovietico (Mariupol, Ucraina, 1909-Leningrado 1963). Allievo di Dovženko, dedicò la sua opera ai minatori del Donbass, la cui esistenza descrisse in molti film con umorismo (Io amo, 1936), realismo e passione. Ma la seconda parte dell'affresco Una grande vita (la prima era apparsa nel 1939) incappò nel 1946 in un'aspra condanna del Comitato Centrale e uscì soltanto nel 1958. Sensibile alle esigenze di una problematica contemporanea, Lukov fu tuttavia anche autore di qualche evocazione storica, come Verso la nuova riva sui moti rivoluzionari lettoni, giunto nel 1955 alla Mostra di Venezia.

Media


Non sono presenti media correlati