Questo sito contribuisce alla audience di

Mòtta Camastra

comune in provincia di Messina (69 km), 453 m s.m., 25,29 km², 867 ab. (mottesi), patrono: san Michele Arcangelo (terzo lunedì di agosto).

Centro situato sul versante sudoccidentale dei monti Peloritani; è compreso nel Parco Fluviale dell'Alcantara. Possesso della famiglia Linguida, dal 1399 appartenne agli Axone, ai Sardo, ai Lauria, ai Marzano e infine ai Branciforte (1760). § La chiesa dell'Annunziata (sec. XIV) conserva una campana del 1161 e un portale ogivale in un fianco; nella chiesa madre di San Michele Arcangelo (sec. XVI, rimaneggiata) si trova una Madonna gaginesca. § I principali prodotti dell'agricoltura sono i cereali, l'uva da vino, le olive e le nocciole. Si pratica l'allevamento bovino, ovino e caprino. § Al territorio comunale di Motta Camastra appartengono le scenografiche gole del fiume Alcantara, scavate nella lava.