Questo sito contribuisce alla audience di

Maióne di Bari

ministro del regno normanno di Sicilia (m. 1160). Gran cancelliere di Sicilia, grande ammiraglio degli ammiragli (cioè capo del governo), resse le sorti politiche del regno, proseguendo brillantemente la lotta contro l'imperatore bizantino Manuele Comneno e ristabilendo con energia l'autorità regia sui grandi feudatari. Questi, capitanati dal conte di Loritello, ordirono una congiura servendosi del promesso sposo della figlia di Maione, Matteo Bonello, il quale uccise Maione a tradimento.

Media


Non sono presenti media correlati