Questo sito contribuisce alla audience di

Mangascià

ras abissino (m. Ancober 1907). Figlio adulterino dell'imperatore Giovanni IV, fu da questi indicato come successore in punto di morte, ma fu sopraffatto dal re dello Scioa Menelik, nei confronti del quale la sua lealtà fu poi sempre piuttosto dubbia. Nel 1894 riconobbe ufficialmente l'autorità del negus e combatté contro le forze italiane del generale Baratieri dal quale fu sconfitto a Coatit e a Senafè nel gennaio del 1895. Ma nel 1898, una volta scomparso il pericolo italiano, tornò a ribellarsi al potere centrale. A causa di tale atteggiamento l'anno successivo venne imprigionato e relegato ad Ancober.

Media


Non sono presenti media correlati