Questo sito contribuisce alla audience di

Maròtta, Gino

scultore italiano (Campobasso 1935-Roma 2012). Dedicatosi fin dagli anni Sessanta del sec. XX a una scultura sperimentale, puntò la sua attività sull'elemento figurale sciolto da ogni naturalismo accademico, collocato fra naturalità e artificio e prossimo all'ideologia pop. L'artista, utilizzando materie plastiche, plexiglas e legno, marmi, onice e travertino, ha ricreato in “forma ambientale” foreste d'alberi, palmizi (Naturale artificiale, 1967; Palma, 1981) e rose. Marotta trasportò queste architettoniche nature inorganiche anche su tela, ottenendo straordinari effetti di trompe-l'œil.

Media


Non sono presenti media correlati