Questo sito contribuisce alla audience di

Mayapán

città maya, una delle capitali del “Nuovo Impero” fondato dai Maya nello Yucatán, dopo la loro trasmigrazione dal sud, sul finire del sec. X. La dinastia dei Cocom, che governava la città, strinse un patto confederale con le tribù degli Itzá di Chichén-Itzá e degli Xiu di Uxmal, dando vita, agli inizi del sec. XI, alla Lega di Mayapán. L'equilibrio raggiunto permise una rifioritura della civiltà maya. Ma nel 1194 le rivalità si riaccesero e scoppiò una nuova guerra. Mayapán ebbe la meglio e i Cocom rimasero soli a governare. Nel 1441, tuttavia, il principe Ah Xupán della tribù Tutul Xiu si mise alla testa di una rivolta e con l'aiuto degli Aztechi sconfisse i Cocom. Mayapán fu rasa al suolo. Da quel momento non si risollevò più. Oggi se ne possono ammirare le rovine, le mura (8 km) la cui costruzione, dovuta a Kukulkan, è di modesta qualità; il tempio di Kukulkan e il Tempio Rotondo. La ceramica, molto modesta, è caratterizzata da un'imponente produzione di massa.

Media


Non sono presenti media correlati