Questo sito contribuisce alla audience di

Mazzèi, Lapo

notaio e scrittore italiano (Prato 1350-Firenze 1412). Notaio di professione fu legale e uomo d'affari del mercante pratese F. Datini, che indusse a fondare un'istituzione filantropica tuttora fiorente a Prato, il “Ceppo dei poveri”. Le sue Lettere al Datini (postume, 1860) sono una fonte ricchissima per la conoscenza della vita economica del Trecento.

Media


Non sono presenti media correlati