Questo sito contribuisce alla audience di

Melazzo

comune in provincia di Alessandria (42 km), 254 m s.m., 19,73 km², 1185 ab. (melazzesi), patrono: san Bartolomeo (24 agosto).

Centro posto sulle colline alla sinistra del torrente Erro. Fu feudo dell'episcopato di Acqui, poi dei marchesi del Monferrato e dei Gandolfi di Porto Maurizio. Fin dal Medioevo ebbe statuti propri.§ Il nucleo antico del paese è raccolto ai piedi del castello Gandolfi, ricostruito in età barocca dopo la devastazione spagnola del 1610; barocche sono anche la parrocchiale di San Bartolomeo e la chiesa dell'Annunziata. Su un colle tra le valli dell'Erro e della Bormida si trovano i resti del castello di Moncrescente, fortilizio ottagonale del sec. XIV, detto anche “la Tinassa”.§ L'agricoltura produce cereali, foraggi e uva (dolcetto, barbera, freisa e moscato DOC); sono presenti aziende per l'estrazione di ghiaia e materiali rocciosi. Lo sfruttamento dei boschi fornisce legname, che alimenta la piccola industria del mobile.§ Ogni anno in aprile si svolge la Sagra dello Stoccafisso, con una gara di lancio di uno stoccafisso lungo le vie intorno alle mura del castello: vince la coppia che compie il percorso facendo il minor numero di lanci.

Media


Non sono presenti media correlati