Questo sito contribuisce alla audience di

Merèlli, Bartolomèo

impresario e librettista italiano (Bergamo 1794-Milano 1879). Studiò a Bergamo alla scuola di Mayr, insieme a Donizetti per il quale scrisse alcuni libretti. Dal 1818 fu a Vienna, ove fu nominato ispettore dei teatri imperiali. Divenne poi impresario, aprendo agenzie teatrali in Italia e in Europa e ottenendo l'appalto esclusivo degli spettacoli della Scala di Milano (1836-50; 1861-63). Soprannominato “il Napoleone degli impresari”, ebbe il merito di aiutare e sostenere il giovane Verdi, del quale intuì il talento.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti