Questo sito contribuisce alla audience di

Messina, Vittòrio

artista italiano (Zafferana Etnea 1946). Abbandonati gli studi di architettura nel 1968, Messina avviò negli anni Settanta il proprio lavoro artistico realizzando monotipi rappresentanti delle sezioni geologiche. Successivamente è passato all'elaborazione di lavori composti da sezioni fotografiche; quindi a un lavoro “costruttivo” con sculture-installazioni legate a simbologie archetipiche e significati mitici, in cui l'artista impiega materiali di produzione seriale: tubi al neon, cemento, ecc. Tra le opere: Senza Titolo (1986) e Cella (1988).

Media


Non sono presenti media correlati