Questo sito contribuisce alla audience di

Mitchell, Arthur

ballerino, coreografo e direttore di compagnia statunitense (New York 1934). Allievo della High School of Performing Arts e della School of American Ballet, dopo gli esordi a Broadway con John Butler e Donald McKayle, nel 1956 è entrato a far parte del New York City Ballet di G. Balanchine, divenendone in breve tempo uno dei solisti più apprezzati e amati dal pubblico, nonché il primo interprete nero-americano ad assurgere al rango di solista e poi di primo ballerino in una compagnia di balletto classico. Nel 1968 ha aperto ad Harlem, con Karel Shook, una scuola di ballo, e successivamente ha fondato (1971) il Dance Theatre of Harlem. La compagnia, formata solo da ballerini di colore, ha fatto il suo debutto ufficiale nel 1971 divenendo in breve uno dei simboli di quella politica di integrazione culturale auspicata, alla fine degli anni Settanta, da personalità della cultura nera quali Martin L. King.