Questo sito contribuisce alla audience di

Molitèrno, Geròlamo Pignatèlli, prìncipe di-

generale (Napoli 1774-1848). Prese parte come ufficiale della cavalleria sarda alle guerre contro i Francesi tra il 1792 e il 1796. Tornato a Napoli, arruolò a sue spese due reggimenti per fronteggiare Jean-Etienne Championnet (1798), ma, dopo essere stato acclamato generale in capo, alla fuga di Ferdinando di Borbone venne a patti con i Francesi e consegnò loro il forte di Sant'Elmo dove si era rifugiato. Nel 1806 si recò in Sicilia presso il re e da allora si adoperò per fomentare la resistenza nella Penisola prima contro Giuseppe Bonaparte e poi contro G. Murat. Falliti i suoi tentativi si rifugiò a Roma, ma ne fu espulso nel 1814. Ritornò a Napoli nel 1820 e poco dopo fu reintegrato nel titolo e nelle funzioni di generale.