Questo sito contribuisce alla audience di

Monicèlli, Màrio

regista cinematografico italiano (Viareggio 1915-Roma 2010). Dal 1949 in coppia con Steno, si affermò tra i più vivaci esponenti della commedia di costume (Guardie e ladri, 1951), proseguendo poi da solo fino al magistrale I soliti ignoti (1958). Passò quindi a imprese più prestigiose: La grande guerra (1959), I compagni (1963), il dittico burlesco L'armata Brancaleone (1966) e Brancaleone alle Crociate (1969). Grossi successi di pubblico gli procurarono La ragazza con la pistola (1968), Romanzo popolare (1974) e soprattutto Amici miei (1975), cui il regista ha dato un seguito nel 1982. Un borghese piccolo piccolo (1977) fu invece l'epicedio della commedia all'italiana, attraverso la tragedia di una violenza piccolo-borghese. Ha poi diretto Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno (1984), Le due vite di Mattia Pascal e Speriamo che sia femmina (1985), I picari (1987), Il male oscuro (1990), Rossini, Rossini! e Parenti serpenti (1991), Cari fottutissimi amici (1993), Facciamo paradiso (1995) e I panni sporchi (1999). Nel 1999 diresse il documentario Un amico magico: il maestro Nino Rota e nel 2000 il film per la televisione Come quando fuori piove. Nel 2006 tornò al cinema con Le rose del deserto.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti