Questo sito contribuisce alla audience di

Montà

comune in provincia di Cuneo (74 km), 316 m s.m., 26,70 km², 4292 ab. (montatesi o montaresi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro dell'Alto Monferrato, situato sulle colline che dominano da sinistra l'alta valle del torrente Borbore. Di incerta origine romana, fu possesso di Asti (1242), che lo concesse in feudo ai Roero (1363). In seguito appartenne ai Malabaila (1467) e agli Isnardi de Castello (1587-1703). § All'interno di un ampio parco si trova il castello medievale, ricostruito nella prima metà del Seicento in forme tardorinascimentali. Fuori dell'abitato si trova il santuario dei Piloni, edificato nel Trecento, meta di pellegrinaggio (a maggio si tengono speciali celebrazioni). § L'agricoltura produce soprattutto uva da vino; altre colture sono quelle degli alberi da frutto (pesche e fragole) e degli ortaggi (asparagi). È praticato l'allevamento bovino. L'industria è presente nei settori alimentare, enologico (vini del Roero), meccanico, delle materie plastiche, della lavorazione del legno e dei materiali da costruzione.