Questo sito contribuisce alla audience di

Montalto Dòra

comune in provincia di Torino (57 km), 247 m s.m., 7,49 km², 3465 ab. (montaltesi), patrono: sant’ Eusebio (1° agosto).

Centro dell'Alto Canavese, situato sul versante sinistro della bassa valle della Dora Baltea. L'abitato si estende alle falde di una collina morenica, alla destra della strada che da Ivrea porta ad Aosta. Nel Medioevo appartenne all'episcopato di Ivrea. Nel 1403 fu dato in feudo da Amedeo VIII di Savoia ai Giordani di Bard, ai quali succedettero, fra gli altri, i valdostani Vallesa (1712). La parrocchiale di Sant'Eusebio custodisce le tombe dei Vallesa. § L'industria è attiva nei settori metalmeccanico, elettronico, informatico, della meccanica di precisione, dei materiali da costruzione, del mobile. Sono fiorenti il commercio e il turismo, che ha nei laghi morenici Pistono e Nero una notevole attrattiva. È praticato l'allevamento bovino. § Nei dintorni, su un poggio dominante il lago Pistono, è il castello: ricostruito nel sec. XV su strutture precedenti, presenta tutte le caratteristiche delle costruzioni militari difensive dell'epoca. Del sec. XVIII è la sottostante villa Casana.