Questo sito contribuisce alla audience di

Dòra Bàltea

fiume (lunghezza 160 km; bacino 4322 km²) della Valle d'Aosta e del Piemonte, tributario del Po. Nasce sul versante sudorientale del gruppo del Monte Bianco dall'unione di due rami sorgentiferi, la Dora di Veny e la Dora di Ferret, e scende dapprima verso E e poi verso SE percorrendo interamente la Valle d'Aosta e il Piemonte nordoccidentale, fino a confluire da sinistra nel Po presso Crescentino. Nella Valle d'Aosta riceve le acque della Dora di Verney (o della Thuile), della Dora di Valgrisenche, della Dora di Rhêmes e del torrente Grand'Eyvia, da destra; quelle dei torrenti Buthier, Marmore, Evançon e Lys, da sinistra; in Piemonte solo le acque del torrente Chiusella, da destra. È alimentata dai gruppi montuosi del Monte Bianco, del Cervino, del Monte Rosa e del Gran Paradiso, i cui ghiacciai condizionano il regime del fiume, caratterizzato da magre invernali e piene estive. Nel suo bacino sono numerose le centrali idroelettriche: principali quelle di Avise e di Valpelline II. Il nome Dora Baltea deriva dal latino Dura Bautia o Duria Bautica: il fiume era così chiamato in età medievale dal nome latino (Bautex) del suo affluente Buthier.