Questo sito contribuisce alla audience di

Montecassiano

comune in provincia di Macerata (12 km), 215 m s.m., 32,99 km², 6577 ab. (montecassianesi), patrono: san Giuseppe (19 marzo).

Centro su un colle nella bassa valle del fiume Potenza. Fu fondato dai membri della gens Cassia, sfuggita alla distruzione (sec. V) della città romana di Helvia Ricina. Nel Medioevo fu ghibellino e quindi sempre in lotta con la Chiesa, da cui dipendeva, fino a quando (1418) gli fu consentito di eleggersi un proprio podestà. Appartenne ai Malatesta, ai Da Varano e agli Sforza e fu in lotta con Macerata. § Il paese ha una particolare struttura urbanistica, con vie concentriche circondate da gradinate e culminanti nella piazza centrale; qui si aprono il Palazzo dei Priori (1476), ora Municipale, in forme gotiche, e la parrocchiale di Santa Maria Assunta (seconda metà sec. XIV), dove si ammira una pala d'altare in terracotta di Mattia della Robbia (1527). § Nel settore agricolo prevalgono la viticoltura specializzata, le colture orticole e la produzione di cereali e foraggi per l'allevamento bovino, suino e avicolo. L'industria opera nei comparti dell'elettronica, dell'abbigliamento e dei materiali da costruzione.