Questo sito contribuisce alla audience di

Morétti, Sìlvio Antònio

patriota (Comero, Brescia, 1772-Spielberg 1832). Ordinato sacerdote nel 1797, alla caduta della Repubblica veneziana abbandonò la veste talare ed entrò nell'esercito della Cisalpina. Partecipò a quasi tutte le campagne napoleoniche, fu ferito ad Austerlitz e nel 1814 divenne colonnello dell'esercito italiano del viceré Eugenio. Fu arrestato come complice dei federati (1824) e condannato a quindici anni di carcere duro.