Questo sito contribuisce alla audience di

Morandini, Giovanni

uomo politico italiano (Pereta, Grosseto, 1816-Firenze 1888). Ingegnere ferroviario, mazziniano, fu incarcerato per alcuni mesi dalla polizia austriaca per aver visitato a Venezia la madre dei fratelli Bandiera. Combatté nella I guerra di indipendenza (1848) e a Mentana salvò la vita a G. Montanelli. Deputato all'Assemblea toscana, alla Costituente e all'Assemblea del 1859, fu più volte eletto alla Camera (1860-65; 1870-74) e infine nominato senatore. Da Cairoli ebbe la presidenza dell'Amministrazione delle Ferrovie dell'Alta Italia.