Questo sito contribuisce alla audience di

Muri, I-

(Falak). Film ungherese (1968) di András Kovács. Dialogo a più voci su largo schermo in bianco e nero, è tra le opere più importanti, ideologicamente e politicamente più avanzate del nuovo cinema magiaro. Il suo dibattito appassionante verte sul tema del compromesso: fino a che punto esso è lecito, fino a che punto è indispensabile e creativo in una società socialista, e fino a che punto, invece, è una mascheratura opportunistica, un cedimento e una resa ideale.

Collegamenti