Questo sito contribuisce alla audience di

Nùnzio

nome con il quale è noto lo scultore italiano Nunzio Di Stefano (Cagnano a Minterno, L'Aquila, 1954). Diplomato all'Accademia di Belle Arti di Roma, ha tenuto la sua prima personale nel 1984; è stato premiato alla Biennale di Venezia nel 1986 come miglior artista giovane. Legno e gesso, ricoperti con colori luminosi e densi, sono i materiali con i quali Nunzio realizza le sue sculture, dalle forme irregolari che rimandano alla natura e ai suoi elementi (Colibrì, 1985). Figura ormai di primo piano nel panorama dell'arte contemporanea italiana e internazionale, Nunzio ha visto moltiplicarsi gli allestimenti di mostre personali e le partecipazioni a mostre collettive e alle più importanti rassegne. Tra le prime ricordiamo quelle organizzate a Vienna (1991), Liegi (1993), Spoleto – in occasione del XXXVI Festival dei Due Mondi – (1993), Ōsaka (1994), Parigi (1994) e Parma (1995). Fra le seconde segnaliamo invece: Italian Contemporary Art al Museo d'Arte di Taiwan (1990), Entretien alla Royal Canadian Academy of Arts di Toronto (1991), Cadencias al Museo Sofia Imber di Caracas (1992), la XLV e la XLVI Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia (1993 e 1995) e la XII Quadriennale di Roma (1996). Nel dicembre 2000 ha partecipato, insieme a numerosi artisti di diverse nazionalità, alla mostra collettiva "Dello spirituale nell'arte" organizzata dal comune di Brescia.

Media


Non sono presenti media correlati