Questo sito contribuisce alla audience di

Nāsir ad-Din at-Tūsī

letterato, filosofo e scienziato persiano (Ṭūš 1201-Baghdad 1274). Vissuto alla corte dei sovrani Ilkhanidi come funzionario e consigliere, si dedicò successivamente a redigere numerosi trattati e lavori di divulgazione scientifica in arabo e in persiano. Fra le sue opere più notevoli sono le Iǧ-e Il-khāniyàn (Tavole astronomiche), per il calcolo dei movimenti dei pianeti e contenenti un catalogo di stelle, frutto di lunghi anni di studio trascorsi nell'osservatorio di Marāgheh, voluto da Hūlegū Khāne e di cui fu direttore, precedute da una lunga introduzione in cui si esalta la fermezza di governo dei suoi sovrani, cui il testo è dedicato. Compose anche gli Akhlāq-e Nāṣirī, un vasto trattato di etica, rielaborazione di fonti arabe. La sua opera matematica di maggior rilievo è un trattato di trigonometria in cui dà un'esposizione organica di tutta la teoria dei triangoli sferici.

Media


Non sono presenti media correlati