Questo sito contribuisce alla audience di

Negrepóntis, Ghiánnis

pseudonimo dello scrittore greco G. Xinotrúlias (Larissa 1930). Esordì come poeta con la silloge Volti e spazio (1958), cui seguirono Ifigenia (1961), Doni (1963), Le canzoni di Argirò (1976), Incontro (1978). In tutte queste raccolte, caratterizzate da una tecnica poetica d'avanguardia, sono ben presenti le sue idee progressiste che, durante la dittatura, gli costarono alcuni anni d'esilio. Autore anche per il teatro (Aspettiamo uno straniero, 1965; La mezzana, 1971), tra i suoi romanzi ricordiamo: Lo specchio e altre prose (1973), Il signor X (1981), Cose di partito (1986).

Media


Non sono presenti media correlati