Questo sito contribuisce alla audience di

Ocèano

(greco Ōkeanós). Concetto cosmologico e personificazione mitica del concetto stesso nella religione degli antichi Greci. Come concetto cosmologico Oceano è situato alla periferia del cosmo: è una distesa di acque non navigabili (appunto perché al di fuori del cosmo) che circonda il mondo abitabile (o cosmico). Come personificazione mitica Oceano è un essere precosmico che, nella Teogonia esiodea, è concepito come un titano, figlio di Gaia (la Terra) e di Urano (il Cielo). Oceano si accoppia con la sorella Teti generando tutti i fiumi e le Oceanine. § Nella descrizione omerica dello scudo di Achille l'Oceano è rappresentato realisticamente come un grande fiume che corre intorno alle scene figurate, ma nell'arte classica, soprattutto nell'ellenismo e in età romana, è di solito personificato e figurato (più spesso solo la testa) come un vecchio barbuto, con motivi del mondo marino nella barba e nei capelli (mosaico di Ancona; piatto argenteo di Mildenhall al British Museum di Londra; sarcofagi romani).

Media


Non sono presenti media correlati