Questo sito contribuisce alla audience di

Ofèlte

(greco Ophéltēs). Eroe titolare del culto agonistico greco noto col nome di Giochi nemei, istituiti, pare, per espiare la morte di Ofelte; questi era il figlio del re della Nemea e un oracolo aveva proibito che fosse deposto a terra prima che avesse imparato a camminare. La schiava incaricata di tenerlo in braccio un giorno lo posò inavvertitamente a terra e tosto il bimbo fu divorato da un serpente.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti