Questo sito contribuisce alla audience di

Pèrgamo, tappéto-

tipo di manufatto appartenente alla tradizione anatolica che prende nome dalla città di Pergamo ove veniva raccolto e smerciato. Lavorato da genti nomadi o seminomadi, presenta caratteristiche affini a quelle dei tappeti caucasici (motivi decorativi geometrici). La sua origine viene collocata, per elementi di riscontro con antichi tappeti dell'Asia Minore, tra il sec. XVI e il sec. XVII. Caratteristiche ereditate dalla tradizione anatolica sono il tipo di nodo ghiordes e la lavorazione ad annodatura piuttosto larga (da 500/600 a 1200 nodi per dm²). Lo schema della decorazione è imperniato sul disegno di un vasto quadrilatero nella parte centrale, ripetuto in proporzioni minori nelle zone laterali, con motivi di stella o fiori stilizzati. Colori costanti sono il blu, l'azzurro, il rosso, l'arancione e il bianco. Le dimensioni dei formati (pressoché quadrangolari) maggiori non superano in genere 150×190 cm.

Collegamenti