Questo sito contribuisce alla audience di

Pózza di Fassa

comune in provincia di Trento (81 km), 1325 m s.m., 73,12 km², 1787 ab. (pozzani), patrono: san Nicolò (6 dicembre).

Centro della val di Fassa, situato allo sbocco della valle di San Nicolò. Fu una delle “regole” della val di Fassa inferiore e dipese dal vescovo di Bressanone. Fino al 1955 si chiamò Pozza. Nel borgo, dalle caratteristiche minuscole vie, sorge la chiesa di San Nicolò, in stile gotico.§ L'economia locale si basa sul terziario: il centro è prestigiosa e rinomata stazione turistica estiva e invernale, base di escursioni sui monti circostanti (Catinaccio, Torri del Vaiolet, Croda di Re Laurino, punta della VaIlaccia e gruppo dei Monzoni). L'industria è presente con aziende meccaniche, edili, del legno e dell'arredamento (articoli per l'illuminazione). Praticato l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati