Questo sito contribuisce alla audience di

Paciàudi, Pàolo Marìa

erudito italiano (Torino 1710-Parma 1785). Teatino, si dedicò per un decennio alla predicazione finché, nel 1750, fu nominato procuratore generale dell'ordine. Ebbe poi dal duca Filippo di Parma l'incarico di bibliotecario e di sovrintendente alle antichità. Fu il principale artefice della costruzione della Biblioteca Palatina e, insieme al ministro Du Tillot, della riforma degli studi del ducato. Lasciò numerose opere di varia erudizione (archeologia, numismatica, epigrafia, teologia).