Questo sito contribuisce alla audience di

Panaev, Ivan Ivanovič

narratore e giornalista russo (Pietroburgo 1812-1862). Dopo i primi racconti, influenzati da Bestužev-Marlinskij, accentuò le sue critiche alla nobiltà nei racconti Oggi e domani (1837), Il crepuscolo al camino (1838), Delirium tremens (1840). Di stampo quasi naturalistico sono la novella Parenti (1847), il cui protagonista è un uomo “superfluo, inutile”, e il romanzo Mondani di provincia (1852), in cui affrontò il problema dell'emancipazione femminile. Dal 1847 fu collaboratore della rivista di PuškinSovremennik (Il contemporaneo). Interessanti le sue memorie letterarie (1861).

Collegamenti