Questo sito contribuisce alla audience di

Pereira dos Santos, Nelson

regista cinematografico brasiliano (San Paolo 1928). Padre del cinema nôvo, è stato capofila del gruppo che, influenzato dal neorealismo italiano, impresse al cinema nazionale un nuovo modo di guardare la realtà del Paese. Rio 40 graus fu, nel 1955, l'antesignano della corrente; nel 1963 Vidas sêcas, sull'odissea di una famiglia contadina del Nordeste, ne fu uno dei vertici artistici. Il mutamento di regime in Brasile lo costrinse a rifugiarsi nella metafora; ma in film come Fome de amor (1968), Um asilo muito louco (1970, tit. fr. L'aliéniste), O amuletu de Ogun (1974), Tenda dos milagros (1977), le allusioni politiche, per quanto cifrate, appaiono evidenziate da un linguaggio molto immaginativo e da un umorismo nero lucido e pertinente. Tra gli altri film ricordiamo Memorias do carcere (1984), Jubiabá (1986), tratto da un romanzo di J. Amado e Guerra e Liberdade (1998).